B&B Roma Centro Piazza del Popolo

Bed and breakfast Roma centro

 

 

Home

Benvenuti

Ubicazione

Camere

Come Arrivare

Contatti

Prezzi

Links

Vedere a Roma

 

 

 

Piazza del Popolo

 

 

 

 

 

 

 

Metropolitana

Tra via del Corso e piazzale Flaminio

M Flaminio o Spagna     BUS  88  95  117  119  490  495

 

 

 

 

 

 

Piazza del Popolo e la sua porta sono un ottimo esempio di "stratificazione" architettonica, un fenomeno tipico nella città eterna, che si è verificato per i continui avvicendamenti di pontefici che comportavano modifiche e rielborazioni dei lavori edilizi e viari.
La chiesa di Santa Maria del Popolo, a lato della porta, costruita (nel posto dove fu sepolto Nerone ) nell'XI secolo da Papa Pasquale II, ma venne poi rifatta da Papa Sisto IV da Baccio Pontelli e Andrea Bregno tra il 1472 ed il 1477, che le donanano un aspetto piu' rinascimentale. Nel periodo che và dal 1655 al 1660 papa Alessandro VII decidette di restaurare la chiesa ; lo fece fare a Gian Lorenzo Bernini, che restaura di nuovo la chiesa, questa volta con una chiara impronta barocca che si può osservare ancora oggi. La chiesa conserva dipinti di grandissima importanza: del Caravaggio sono presenti capolavori come la Conversione di San Paolo e Crocefissione di San Pietro, e diversi affreschi del Pinturicchio, L'Assunzione di Annibale Carracci, oltre alle architetture di Raffaello e del Bramante ed ad alcune sculture di Andrea Bregno e di Gian Lorenzo Bernini, come lo splendido organo sostenuto da due angioletti in bronzo.

 

Nel 1573, Papa Gregorio XIII (Boncompagni) pone al centro della piazza una fontana di Giacomo della Porta, una delle nuove diciotto fontane create dopo il restauro dell'acquedotto Vergine. Ma nel 1589 Papa Sisto V eleva un grande obelisco al centro della piazza, l'Obelisco Flaminio, alto 24 metri, costruito ai tempi dei faraoni Ramesse II e Mineptah (1232-1220 a.C.), trasportato a Roma nell' epoca dell Imperatore Romano Augusto in precedenza posto al Circo Massimo. Domenico Fontana trasporta la fontana di della Porta verso l'inizio di Via del Corso.

Le due chiese (identiche) sono ai lati di via del Corso, Santa Maria in Montesanto (1675) e Santa Maria dei Miracoli (1678), edificate da Papa Alessandro VII , ma i lavori terminano solo dopo la sua scomparsa , modificando l'aspetto della piazza, formando i due poli del Tridente, composto da Via del Corso, Via del Babuino e Via Ripetta.

La forma attuale di Piazza del Popolo arriverà alla fine del XVIII secolo. Al tempo dell'occupazione napoleonica l'aspetto di Piazza del Popolo viene rivisto da Giuseppe Valadier, artefice della definitivo rinnovamento della piazza. Con il suo operato, piazza del Popolo assume una forma ellittica, decorata con molte fontane e statue, e si apre verso la terrazza del Pincio e verso il fiume Tevere. Valadier continua la sua opera di rinnovamento sistemando anche la zona sotto la terrazza del Pincio, raccordando Piazza del Popolo e il colle con due ampie strade. La terrazza del Pincio diventa una delle più celebri passeggiate di Roma, frequentata dal popolo, dalla borghesia, dalla nobiltà, dall'alto clero e dagli stessi pontefici.

Dopo la breccia di Porta Pia, viene ricavata una nuova via d'accesso alla piazza, dopo la costruzione del ponte Margherita.

L'ultimo intervento strutturale rilevante avviene in epoca fascista, nel 1936, quando viene inaugurata la mostra del rinnovato acquedotto Vergine nel grande nicchione sotto la terrazza del Pincio.


Visualizzazione ingrandita della mappa 

Oggi Piazza del Popolo è un'ampia isola pedonale. La sua capienza le permette di ospitare comodamente oltre a 50.000 persone.

La terrazza del Pincio è uno dei passaggi obbligati per chi trascorre le vacanze a Roma

virtual tour Piazza del PopoloTour virtuale 3D della Chiesa Santa Maria del PopoloTour virtale Santa Maria del Popolo

Bed and breakfast Roma

 

  B&B Roma CentroBed and breakfast Roma centroRome BB italy
   
Roma Bed and Breakfast. All rights reserved.